Chi Sono

Ciao, mi chiamo Alessandro Zamboni e sono un travel blogger, un viaggiatore che ama far sapere ai propri amici e contatti come si è trovato all’estero e in Italia, con molto dettaglio.

Grazie ai miei articoli spero di farti vivere i tuoi prossimi viaggi con minor disagio, facendoti inserire meglio negli usi e nei costumi locali, senza allontanarti troppo dal modo di vivere dei residenti, ma soprattutto senza alterarne la cultura locale.

ZamboViaggi è nato un pò per caso, dato che tendo a scrivere dei diari ogni volta che viaggio. E’ una forma di rilassamento, e anche un’ottima idea per ricordarti cosa hai visto, i giusti nomi per le fotografie, e per raccontarlo agli amici senza dubbi o lacune.

Il mio primo viaggio, quando ero ancora piccolo, i computer erano i Commodore 64 e nessuno sapeva ancora cosa fosse internet, è stato in Sri-Lanka. Il bello è che non avevo mai viaggiato, nemmeno in Europa. Da lì è nata la mia passione per i viaggi.

Negli anni sono diventato, secondo Booking, guru di Siviglia e guru di Londra, due località che amo alla follia e dove vorrei andare più spesso.

Ho tanti ricordi da condividere con voi, e voglio rendervi partecipi di ogni scoperta, così che possiate davvero rendere il vostro viaggio perfetto, stando lontani dalle mille trappole per turisti, dai locali di bassa qualità e da quelle cose per cui non vale la pena nemmeno entrare gratis.

I ricordi di viaggio non ve li ruberà mai nessuno, ricordatelo. Saranno sempre lì nel vostro cuore tutte le volte che vorrete ricordare o sentire ancora una volta quel profumo lontano… E ricordatevi che va bene seguire una guida o un libro di viaggi, ma che le esperienze nuove non ancora descritte dai media sono ancora più belle e vi faranno sentire parte del paese.
Se avete cinque minuti lasciatemi un messaggio sul blog, sarò felice di conoscere nuovi amanti dei viaggi, e creare con voi un rapporto di amicizia ed uno scambio costante nel tempo. Se invece vorrete scrivermi in privato, fatelo pure dalla pagina Contatti. Sarò felice di rispondere a tutti.

Grazie e a presto,
Alessandro Zamboni

Alessandro Zamboni